COPPA TREZZONE 2010 – Report

Dai Ortu, sei arrivato primo alla Coppa Trezzone: raccontaci un po’ come sono andate le cose.

Bene, siamo partiti da Milano il reverendo e io, PG e Pablo (no quello che conosciamo ma un altro che deve pedalare per bene) alla fine non sono venuti. Marcello è rimasto pure male perche non c’era PG, aveva voglia di garegiare il reverendo! Io gia a Lecco sono arrivato con le gambe un po giuste, abbiamo fatto 3 salite pedalando abbastanza forte. Poi a Lecco abbiamo aspetato agli altri e siamo iniziati a salire, a meno di 2km della partenza il reverendo parte mi toca nella schiena e mi dice, -dai andiamo!- ma dove cazzo vai! io che apunto avevo le gambe un po giuste ed ero comodo andando pian piano con gli altri… aaaaahhhhh stringere i denti e dietro del reverendo che aveva un ritmo che non potevo seguire. Io cmq ho tenuto il mio ritmo constante alla Sastre e il reverendo a mollato un po per farsi prendere visto che farsi tutto il percorso da solo sarebbe stato abbastanza noioso. Fatta la prima salita lavoriamo insieme, pianura e falso piatto in discesa. Apena iniziamo la seconda salita della gara mi acorgo che c’è poco da dare nelle mie gambe, svengo in pocchi minuti e faccio fatica a tenere i 12km orari, cazzo la cago sempre. Ho pedalato sempre un po forzato e adesso pago la fattura, non ci sono le forze. Meto mano in tasca e mangio, mangio quello che c’è e mi bagno la testa di acqua, fa tanto caldo. Menthos è andato tempo fa, mi ragiunge un ciclista e vedendo il mio dorsale mi chiede se sono in gara, faccio fatica a risponderlo, e quando finalmente mi sono ricordato del nome “trezzone” mi dice, ecco allora quella indicazione è per te! Bella li! incroccio a destra, lascio la salita e inizio la discesa, scendo la cerniera per ventilare un po il motore che è andato a 120 gradi. Alla 4 curva vedo già in colori normali e arriva l’ottimismo, mi piacce scendere. Purtroppo ci sono troppe macchine e non c’è la faccio a andare veloce. Nel piatto la cosa migliora, non sono come alle 8 del mattino ma risco ad andare a 35km/h. Trovo le solite macchine che si incazzano, e seguo le indicazioni che la organizzazione (Leo) ha perfettamente messo. (Forse Marcello non dice lo stesso😉 Arrivo al piede della salita a trezzone, 4km di salita tosta dove mi autoconfermo come scalatore. Sarà che la salita mi motiva di più, che mi sembra più una sfida e che perciò riesco a butar fuori di più, non lo so… cmq il caso è che mi sento meglio. Meto le mani in centro al manubrio e imito a basso che mi era piaciuto nel Mortirolo, faccio pure il sorissino. Alla fine scendo un pignone, c’è un caldo che sembra capace di farti scopiare la testa, dai il 5 tornante, ci sono! Fuori della casa non c’è nessuno, solo un cartello che dice “arrivo”. Ci sono tre citofoni e quindi chiamo al reverendo per farmi aprire. -Ei marcello, mi aprite la porta? -Cazzo Ortu, io ho svagliato strada! -Ma… Ma te sei un coglione! -Dai, ci vediamo adesso. E cosi uno si trova primo ad arrivare al arrivo, cazzo quasi quasi mi veniva voglia di scendere ancora e salire pensando che sono il primo, cosi avrei veramente goduto il fatto di essere primo! Poi ho pensato più praticamente e ho preferito iniare a assagiare il vino e salame di casa di Leo :) Io non sono stato quello che a pedalato più forte.

VIVA ORTU!

3 Responses to “COPPA TREZZONE 2010 – Report”

  1. venerdi premiazione da Ciclistica, tutti invitati ovviamente, Ortu ce la fai?

    http://www.ciclistica.it/post/2010/06/30/brindisi-e-premiazione-coppa-trezzone

    ciao

  2. si si, per queste cose son sempre disponibile! jajjajajjajjaja

    Grazie

  3. […] luglio dalle ore 19.00 brindisi e premiazione con consegna della coppa piacentina DOP al vincitore Ortu della seconda edizione della Coppa […]

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: