IL RAPPORTO

Come tutti i ben informati sanno, durante la Santa Pasqua la gente seria muove verso Nozzano. S’è infatti disputata a Lucca, la prima crono-gara subacquea sopra le mura cittadine e si sà che gara bagnata è  gara fortunata! Talmente fortunata che l’amico di Perico, ribattezzato”John Holmes” per l’occasione ( purtroppo nessuna foto testimonia la sua insuperabile canotta a rete! ), buca al secondo giro mentre era in testa alla gara, Cook difende un terzo posto reclamando problemi alle gambe sostenendo “non girano io caio! ”  Bozo si dice che si sia fermato in rosticceria a comprare una porzione di frittura di pesce e per questo arriva verso la fine con calma ma ci sprinta sul finale spuntandola sul courier romano! D’altronde dopo la cena verace a base di rosticciana nessuno aveva voglia  di fare piu un cazzo, altro che Crono, ed i vincitori hanno lasciato il fumo dietro di loro!

Voci semiufficiali faranno sapere che le pipe la sera prima hanno avuto un incidente verso le 6 del mattino con un noto osso duro della zona! Ecco perchè la crono-coppa resta a Lucca!

Il giorno dopo il Cook ci sveglia bruscamente con tecniche da caserma, ma fuori splende il sole , c’è un buon profumo di caffè e pane con la marmellata di fico, e quasi in orario contro ogni pronostico usciamo di casa per iniziare il “giro delle acque“. In realtà lo scopo del giro è partecipare al merendino a base di birra e porchetta, ecco perchè le pipe sono stranamente quasi puntuali! C’è giusto il tempo per pomparsi un pò, e sistemare il sistemabile prima della immancabile foto di gruppo ed in quattroequattrotto spariscono tutti. L’ammiraglia del team euskaltel ha qualche problema nel fare manovra per cui per un attimo non sappiamo quale direzione prendere, ma veniamo salvati dal navigatore, da un atlante, dall’istinto di Silvia e da Dade che siede comodamente nel sedile passeggiero godendosi la brezza sui capelli e pensando a ciò che la giornata ha in serbo per lui…

Siamo in moto da neanche cinque minuti e riceviamo la chiamata di John Holmes il quale ha bucato un’altra volta! Lo raggiungiamo sul bordo del fiume e lui furioso smonta la bici e la sbatte nel bagagliaio e incazzato dichiara di essere fuori dai giochi porca putana! Provvidenziale è il ragazzo Dodi che prende subito in mano la situazione calmando John con una specie di training autogeno (tecnica efficace che userà ancora nell’arco della giornata)  scoprendo il pezzo di vetro incastrato nello pneumatico! Grazie Dodi, ora John può riprendere la gita!

Alla partenza si distingue per  la tenuta eroica l’uomo chiamato “il fiorentino”, primo classificato fumante alla Crono-gara della sera prima!

La gita prosegue senza intoppi e alcuni ringraziano l’ammiraglia per il supporto logistico altri sorridono alla camera e il cook sembra aver ritrovato la gambetta tonica d’un tempo! Insomma una giornata perfetta ed infatti il ragazzo Dodi approfitta per fare qualche posa vicino ai manifesti della sagra del geranio, del tartufo e del fungo porcino di Braciate, e della cinque giorni di festival Erotiko di Pisa! E, anche se la cinque giorni di Pisa non è  la sei giorni di Berlino, è comunque sufficente per ringalluzzire Dodi il quale si slaccia il camicino con atteggiamento spavaldo, mentre di fronte a lui si rischia il botto con un ape! Si scoprirà poi che l’ape era di un amico abruzzese di Rocco!

Il gruppo continua la sua marcia imperturbabile verso al meta anche se un pò poco compatto e succede che alcuni si perdono nei paesini mentre altri sprintano veloci verso la porchetta ed altri ancora cominciano ad avere un aspetto stravolto inseguendo il gruppo di testa; L’unico che non fà una piega è  sempre lui , il nostro campione, il quale approfitta della pausa per controllare se il calzino è al suo posto nella tasca dei pantaloni! La situazione raggiunge l’apice quando due ciclisti staccati dal gruppo passando si accorgono di lui e lo applaudono e lui subito contraccambia gasandoli come solo un vero re della pista sa fare!

A questo punto la situazione si fà incontenibile e Dodi, che è uno che si esalta con poco, si avvicina furtivo alla driver dell’ammiraglia Silvia, approfittando del fatto che Bozo sia preso a fare gli skid e con la tecnica consolidata ” :)Ciao sono Dade🙂 ” le propone la bazza del training autogeno! Per fortuna in quel momento sopraggiunge  John, uno che di hard-training se ne intende, ed inspiegabilmente Dodi cambia idea e si avvicina a Ortu per un confronto: macava poco che  Silvia cadesse nella tela del ragno!

All’arrivo siamo accolti da gente molto entusiasta ,e c’è Rocco che si lecca le ferite ed i fratelli Vecci che si spazzolano piatti di porchetta e birre mentre John utilizza altri modi per riacquistare il vigore.Ma Dodi continua a ridere sotto i baffi e tutti ci chiediamo a cosa  stia pensando mentre, imperterrito, lancia uno sguardo giocoso ai  paparazzi che lo stanno seguendo…TO BE CONTINUED

10 Responses to “IL RAPPORTO”

  1. Eccezionale report, Pipe rules !

  2. martino Says:

    dodi star!

  3. frank ti adoro mi fai star male dal ridere

  4. vi amo.

  5. W il rè della pista!

  6. stanislao moulinsky Says:

    deh che roba triste assai, dalla terza foto apprendo della scomparsa della rita di casciana, la moglie del cioli. s’era trombato parecchio da giovini, anche allimpiedi, a lei piaceva parecchio da dietro, madonna impestata che rapporto, era del 1911, mi pare, bei tempi!

  7. hahahahhahahhaha

  8. ha ha ha!
    super report!!❤

  9. colazione con marmellata di fico ?
    siete gente molto raffinata !
    mad max

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: