MILANO-TORINO REPORT

Nel pomeriggio si è tenuto un incontro in un luogo segreto tra la pipa “che cucina” e quella “debilitata” per cercare di capire cosa è successo ieri, domenica 14 Marzo. La giornata è iniziata presto, con la colazione del campione ( non dimentichiamo che le pipe hanno dormito tutte vicine,coricandosi di buon’ora per destarsi di buon’ora…praticamente non hanno dormito!) a base di uova ovomaltina e tanto tanto glutine! Si son ritrovati nel luogo x ed erano numerosi, si parla di più o meno 50 individui con le gambette depilate che,  dopo lo scoppio del petardo, son partiti nel buoi del mattino formando un trenino,alla volta di Torino!

E già qui tra gambette depilate e trenino c’è nè da far ingalluzzire  Balducci e tutti i guaglioni del coro! Ed è solo l’inizio!

Si narra poi che alcuni, dopo Abbiategrasso, abbiano smarrito la via per poi scoprire che stavano andando come torpedi nel torpore creato dalla nebbia, si narra di storie di tattiche precise, di gruppi che si alternavano, di energie che evaporavano e che poi magicamente ritornavano, di impavidi che si davano alla fuga e  di arditi che si buttavano all’inseguimento,di gente che arrivando nella capitale Sabauda di forze non ne aveva più nemmeno per scendere dalla bicicletta, di gente che ha tagliato il traguardo urlando “non  c’è la faccio“!

Mille ed altre storie ho sentito ma lascio che i protagonisti raccontino la storia….

Grazie Pipe siete la mia ganga preferita!

E la ganga si allarga: un saluto và alla nuova pipa Euskera, Antton….due basta però eh!

PS:E sempre più un filme

9 Responses to “MILANO-TORINO REPORT”

  1. brunello fanini Says:

    o bu’i collo scailain di milano pare il filmme di salvatores, anche de luigi nelle pipe?

  2. è stato spettacolare!

    Era la prima volta che lo faccevo perché ho sempre avuto paura del mio ginocchio di ottantene di merda. Per questo motivo sono stato molto cauto fino a metta della tappa ma poi ho deciso di provare di andare con quelli di avanti. Nel terzo tratto non sono riuscito a seguirli, ma sono riuscito a tenere un buon ritmo grazie al lavor di Cook e del mitico Bartali.
    Poi l’arrivo è stato veramente masacrante ma arrivare son arrivato ed è quello che conta no? basta non arrendersi…;) e che cosa può essere migliore di arrivare distruto all’arrivo e avere il gran onore di essere battezzato col proprio acqua santa di borraccia per il pipacook…senza parole

    Grazie!!

  3. antton per è stato un onore sia correre al tuo fianco che battezzarti alla fine!

  4. comunque caro brunello se sei veramente te a scrivere vorrei organizzare qualcosa insieme che ne dici? si rifà lo spot?

  5. Vi ho pensato, ragazzi , mentre ero al trabajo…
    BRAVI TUTTI!!!

  6. brunello fanini Says:

    bischero, non son me, io son pel doping duro
    brunello cercalo al binda il 28

  7. rombolo, ti ho pensato ieri
    dalla ciclovia val seriana

  8. rombolo non sono io cook!!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: