Mio amico Perico

Perico Delgado vi saluta a tutti, dice che segue sempre il blog, che é un pipesupporter

13 Responses to “Mio amico Perico”

  1. Ortu! con quella maglia hai vinto.

    Solo una maglia: cannondale 24hours

  2. aronna che accoppiata di stile..

    ..noto una certa somiglianza ortu!

  3. ah, è così quindi, eh? vorrei dire a quel ragazzotto privo di rispetto che accarezza con fare alquanto malizioso il grande e unico Perico che un atteggiamento di questo tipo andrebbe punito con la carcerazione e la deportazione coatta se vivessimo in un mondo giusto. ma cosa devo vedere? cosa devono vedere i miei occhi. non c’è rispetto per questo sport. vorrei fare una domanda a questo bell’imbusto che porta una maglia spocchiosa e un cappellino a pois rossi.. conosci la sofferenza, conosci il sudore della bicicletta. sai cosa vuol dire arrendersi? sai cosa significa tutto questo.. no..tu vesti all’americana e vivi alla giornata. tuo, Luino.

  4. Luino, tutto dipende di come si vogliono capire le cose. Credimi se ti dico che era una batuta senza nessuna intenzione di ofessa a nessuno, e che svagli di molto nei tuoi giudici. Non ancora capisco la tua ofessa, ma mi dispiacce comunque.

  5. Caro Ortu, ragazzo.

    Ascoltami: Noi siamo sempre pronti, c’è un bellissimo verso di Shakespeare che dice : “essere pronti è tutto “.

    Tu parli di periodo storico..io ti dico e affermo ora che noi non stiamo passando nessun periodo storico, il periodo storico reale lo abbiamo passato dal 1968 al 1978, ora stiamo passando una stagione di riflusso che io benedico, perche’ piu’ il riflusso e’ forte piu’ il flusso seguente sara’ positivo. Come le onde e questo riflusso e’ la risposta al flusso degli anni settanta, anni molto forti. Tutto quello che stiamo passando oggi, e’ talmente radicale, ha una sua profonda ottusita’, che non puo’ che annunciare un grande flusso straordinario verso altro, che forse sara’ l’arrivo dei tecnocrati e la sparizione dei burocrati.

    Per tornare alla bicicletta amata: non si e’ persa, e’ stata usata malissimo, si e’ subito svenduta all’industria.
    il problema e’ questo, che il ciclismo non scompare, molte volte si muove sotto terra, nascosto insomma, e alcune volte emerge. Esso e’ l’unico che sfugge a qualsiasi elemento preordinato e a qualsiasi imposizione.

    Io non credo che l’evoluzione del ciclismo avvenga per l’invenzione di ruote piu’ grandi o piu’ piccole, materiali più pesanti o più leggeri. La genialita’ espressiva non tiene in conto l’evoluzione delle teconologie. Non e’ certo sufficiente dare un pennello a tutte le persone per avere dei Caravaggio o dei Leonardo. L’impotenza creativa del ciclismo, spesso si nasconde dietro l’evoluzione delle tecnologie.

    Io ho vissuto due anni in Russia, nel periodo di Krusciov, 1963, e quello che c’era di interessante allora era la clandestinita’, era veramente pazzesca, enorme, praticata da molti, insomma come accade a me in Italia, vivo perche’ sono nella clandestinita’ e intendo dire che non sono agganciato a nessun tipo di istituzione. In Russia allora c’era una cosa che si chiamava : ” Sotto il pavimento ” e li’ in quei sotterranei si facevano mostre di pittura proibite all’esterno, si suonavano le sinfonie di Shostakovich, che erano proibite, si leggevano i versi di Pasternak, che erano proibiti, pero’ si faceva …capito ? qui’ in teoria non e’ proibito nulla ma non si fa niente.

  6. Mi sa che al meno in parte capisco cosa vuoi dire Luino. Mi ha fatto piaccere leggere quello della “sparizione dei brurocrati”. Condivido con te che l’evoluzione del ciclismo non avverra dalla mano della tecnologia -ha grazia che io lo dica tenendo in conto qual’`e il mio mesterie- e sono sopra tutto d’accordo con quel “in TEORIA non `e proibito nulla, infatti penso che la “democrazia” che viviamo sia la forma di dominazione più sottile e efettiva che c’`e mai stata. In teoria siamo molto liberi.

    La mia maglia canondale `e regalo di mia madre, l’ho usata per tanti anni perche anche se bruta e americana, `e buona, aveva un gran sconto (puoi capire perche) e non c’era altro.

    Grazie
    Ortu

  7. Ortu, caro.

    Egregio.

    Vedi io non giudico nessuno, ne mi interessa esprimere giudizi, ma descrivere posso. io non voglio dare l’impressione che il potere sia un mostro imbattibile. Il potere e’ una malattia dalla quale la societa’ e’ giusto che guarisca. E’ inutile urlare contro il cancro, molto meglio curarlo e prevenirlo. queste sono cose che ogni bambino che nasce ha, per fortuna, e sono molto affezionato oltre che al ciclismo anche al cinema, perche’ ad un certo punto lo schermo, alla fine di un film, torna ad essere bianco, immacolato. Qualsiasi porcheria gli venga proiettata sopra. E cosi’ accade all’essere umano, qualsiasi strazio venga fatto nei suoi confronti, quando nasce e’ intatto. E’ intelligente, sensibile, e’ capace di giocare, creativo. Fermati un attimo a guardare qualsiasi bambino dai 3 ai 5 anni e puoi capire cosa sarebbe l’essere umano se fosse lasciato in pace.

    Luino

  8. Illustrissimo Luino, io non so chi tu sia, potresti essere anche dio che è sceso in terra, ma neanche lui giudicherebbe…soprattutto uno che non conosce…ah già è vero dio conosce tutti, dimenticavo!
    Vivi e lascia vivere proprio come asserisci tu, e fatte na cazzo de risata…

  9. come al solito bozo non capisce

  10. L’aqua fluire, il fuoco ardere e i bambini giocare son cose che un uomo no puo smettere di contemplare

  11. cazzo da ammalato leggere ste cose mi fa riprendere. Ortu ha fatto un ‘pipe scoop’ e per questo è un grande e non deve chiedere scusa a nessuno. Se non sta bene a qualcuno allora quel qualcuno faccia a meno di seguire il pipeblog.pace e bene.

  12. mi sta sanguinando il naso a leggere.

    ma di cosa parlate? ortu mette una foto ricordo con perico e luino parla di poeti russi, carcerazione, burocrati e tecnocrati.. too much..ma perché poi, PERCHÈ.. cosa c’entra???

    ortu quella maglia fa cagare veramente..però hai vinto. luino tutto bene sicuro????

  13. ma poi Luino.. adesso io fossi in te mi rileggerei che hai scritto:

    “Ortu tu parli di periodo storico.” MA DOVE?? MA PERCHÈ??? perché luino..cosa c’hai nella testa???

    “..andrebbe punito con la carcerazione e la deportazione coatta..” ma perché??!??!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: