Da sette a sette. Una giornata pittosto completa

È domenica e mi sveglio alle 7:30 per andare ai campionati del mondo di ciclismo a Mendrisio nella Svizera italiana. Un aspetto quanto meno curioso, non avrei imaginato che fosse possibile mescolare Italia e svizera.

Quando mi sveglio un po di più, inizio a cercare motibi razionali che mi portino a svegliarmi una domenica alle 7:30 per andare a vedere una gara ciclista da solo. Mi vengono in mente le risate che avevo fatto leggendo il report di Frank, deve essere quello.

Alle 9:00 non c’è nessuno a Mendrisio, solo militari e biciclette di epoca in ogni vetrina. Alle 10:30 inizia la gara, io ho già fatto colazione, beccato un posto figo per fare qualche foto e anche finita la batteria del cellulare chiamando a mia mamma per farmi vedere in TV!  Non esattamente… cmq batteria finita.

1b

Ancora tanti militari, tante restrizioni, tante bandiere, tanto patriottismo, ci sono scritte per Cunego, Ballan, Basso e pure per Betini; come no, scrite anche per Spartacus, che gli chiedono che ci faccia sognare.

2b

In quanto riguarda alla gara, ci sono quelli che tentano la fuga, che hanno dietro a dei italiani motivati che prendono la responsabilità e controlano la gara, controllo che finalmente sarà pagato molto caro.

Io me ne devo andare pero, ho voglia di giocare a polo, non posso usare il cellulare per sapere dove quando è ma penso di cavarmela. Arrivo a Milano, molto la bici e parto per San Fedele, da San Fedele a questo posto del Naviglio Pavese, da li a Corsico, da Corsico al essagono che finalmente mi ha fatto pensare se non sarebbe meglio caricare il celullare.

Vado a casa di alcuni amici a caricare, e becco gli ultimi 20km di gara. Spartacus che mete paura a tutti, Vino che si fa vedere, Italia che si sgonfia alla fine, e un risparmiatore Evans capace di dare un colpo a cui nessuno risponderà. Bravo, sono contento per te Cadel, meritato 100%. Sono le cinque e mezzo, aggiusto l’orario del cellulare, 19:30, e parto a polare.

Mentre polavamo controllo l’ora –che ora posso- cazzo! Sono le 20:50 e io devo consegnare la macchina di noleggio a Bergamo alle 21:30! Incredibile come passa il tempo quando si gioca.

3b

Parto volando, e continuo volando fin che centro un teenager che esce da dietro di una macchina con la sua BMX. Realizo che vuol dire volare, volo, ma adesso veramente. Il ragazzo si scusa, mi chiede se sono aposto –e te?- dice che tutto bene, anch’io aposto, l’atterraggio non ha avuto quasi conseguenze nel mio corpo, soltanto una piccola ferita nel ginocchio; la mente… la mente tanto non ha funzionato in tutta la giornata…, e la bici… la bici a pagato caro il decollo. Cazzo… non ce la faccio ad arrivare a Bergamo. Allora vado a casa di alcuni amici a ricuperarmi un po e vedere se riesco a combinare qualcosa.

4b

Questi amici sono di stati di gran aiuto dato che mi hanno fatto capire che in realtà non sono le nove ma sono ancora le 7:30.

Potrei pensare che sono un sfigato, ma sinceramente preferisco credere che sono stato in quello che oggi è stato il centro mondiale del ciclismo, che mi sono fatto un bel alienamento che servirà per battere Dade, che ce l’ho fatta per giocare a polo, che mi procurerò un nuovo telaio e che mi sono stati regalati due ore di vita, mica male.

6 Responses to “Da sette a sette. Una giornata pittosto completa”

  1. Commento a caldo: ORTU MUNDIAL.
    Ortundo tu est er mejo de el majico; ma al bikepolo tu ases un goal de puta madre?
    Para la IMPROVISA mui malaonda, ahora tu deve vincere la alleycat del bff, y tu tienes la “gang de las pipa” como gregari…hasta la victoria siempre.

    xGANG DE LAS PIPAx

    i wanna ride way to hell

  2. Grande Ortu!!
    Allora hai capito che la “Svizera” non è da sottovalutare? Succede sempre qualcosa di strano se ci vai….e poi cazzzo sei stato in svizzera potevi almeno comprarti un orologio!!!!
    E la prossima volta compra anche del cioccolato così il tuo cervello forse sarà più lucido…..è importante per battere a Dade!!!!

    BOOOOOMMM

  3. ortu cazzo mi spiace per il tuo telaio.. l’importante è che non ti sei fatto nulla te e il ragazzetto che hai preso.

  4. ortu te amoooooooooooooooooo!

  5. Bozz, che lingua tentavi parlare? Non si capisce un cazzo!

    Rock, mi sa che infatti tutto il mio positivismo viene da essere coscente che l’importante è stato salvato. Avendo sempre fatto MTB ho volato spesso ma non per quello mi dimentico di sentirmi fortunato quando si aterra senza conseguenze. L’hai detto tu

    Mi piace l’amore!

  6. super Ortu!
    mangia il cioccolato che anch’io sarei contento se vincessi un alleycat!
    te lo meriteresti proprio!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: